Prima prova d’abito: la scelta di Rachele

Dicembre 2, 2014



Oggi è un giorno importante. Rachele, la ragazza scelta da Elisabetta Polignano ai casting ‘live’ raccontati nelle puntate precedenti, sceglierà il suo abito da sposa. Avrà la possibilità unica di incontrare la stilista nel suo Atelier principale di Oleggio, vicino all’aeroporto internazionale di Malpensa. Potrà vedere (e toccare!) i magnifici tessuti di abiti pregiati disegnati da Elisabetta. Ma soprattutto indosserà le sue creazioni davanti agli occhi felici e un po’ lucidi della mamma e della sua migliore amica Eleonora. Cosa vedrà allo specchio?

E tu, come sceglierai il tuo abito da sposa perfetto? Se lo stai cercando e non vedi l’ora di poterlo indossare, la terza puntata della Web Serie di Elisabetta Polignano “Il Mio Abito da Sposa” è dedicata a te! Potrai vivere con Rachele l’emozione che sentirai varcando per la prima volta la soglia di un atelier esclusivo… Inizierà un’avventura bella e unica, che è anche tua: in questa puntata troverai infatti anche i consigli che Elisabetta Polignano rivolge a te e a tutte le future spose e potrai scoprire come nasce quel rapporto speciale, unico, di fiducia e complicità tra la stilista e ogni donna che si affida a lei.

“Per me la Prima prova è innanzitutto un momento di ascolto, perché mi serve per capire quali sono i sogni di ciascuna sposa, la sua personalità, quello che è realmente, il suo percorso di vita – spiega Elisabetta –. Poi c’è una seconda fase, in cui l’abito viene provato: la mia missione diventa allora quella di dare a ognuna non solo l’abito che sceglie con gli occhi, ma quello che sceglie col cuore”.

Ad accompagnare Rachele nella scelta dell’abito per il suo giorno più importante sua mamma e la sua migliore amica, Eleonora: è stata lei infatti a iscriverla ai casting ‘2.0’, per farle una sorpresa. È stata sempre lei a ricevere per prima la telefonata da parte dello Staff della stilista, in cui le hanno comunicato di aver scelto Rachele come protagonista de “Il Mio Abito da Sposa”. “Quando mi ha chiamata per dirmelo ero al lavoro e non riuscivo a crederci – racconta ancora emozionata Rachele –, ora mi sembra di vivere un sogno!”.