Credo in te e, insieme, voliamo

agosto 27, 2019

Alice ed Enrico non desideravano sposarsi. Eppure, dopo tanti anni di conoscenza e convivenza, hanno detto sì. “Abbiamo capito che l’amore vero, quello gentile e generoso, è l’unica cosa che più la distribuisci, più aumenta” dice Alice. “Quindi abbiamo deciso di celebrare noi, la nostra storia, pure i nostri difetti e le nostre enormi imperfezioni”.

Non è stata la tipica proposta di matrimonio. Un anello c’è: con una grande acquamarina, “azzurra come il colore della serenità e della pace” dice Alice, ha sigillato un intenso traguardo della sua vita, perché lei ed Enrico fondano sul sostegno reciproco il loro amore e si danno forza l’un l’altro.

Alice è andata alla ricerca dell’abito con la sua mamma. “Sapevo che il mio vestito ideale avrebbe dovuto avere due caratteristiche: essere di classe, ma al tempo stesso mostrare carattere” racconta. “Ho girato decine di atelier invano: i vestiti sulle grucce sembravano tutti belli, ma poi quando li indossavo mi sembravano tutti uguali, nessuno mi intrigava particolarmente”.

Finalmente, all’Atelier White di Torino, Elisabetta Polignano. L’abito creato dalla stilista “ha dato davvero stoffa ai miei sogni” dice la sposa. “Semplice ma non banale, di classe ma non austero: qualcosa che mi rappresentava, insomma!”. E i complimenti non sono mancati. “Sono stata avvicinata anche da passanti anziane che mi hanno detto che il mio vestito era uno di quei capolavori sartoriali, di taglio e stoffa, che oggi non si vedono più”.

Foto: Miriam Tomaciello di JoyPhotographers